Rugby World Cup 2019: Sonny Bill infortunato. Al suo posto “minibus” Laumape?

374 English

In molti se lo aspettavano già a Kashiwa (Jpn), ma Steve Hansen ha preferito un uomo di esperienza come Sonny Bill Williams a Ngani Laumape tra i centri per l’imminente mondiale.

Una scelta che ha destato delle perplessità in casa All Blacks, lasciando intendere l’immacolato posto di Sonny tra gli “intoccabili” di Hansen, anche a 34 anni, anche se “acciaccato”, anche a costo di lasciare fuori un Laumape in splendida forma.

Ma se la fortuna aiuta gli audaci, la sfiga perseguita Sonny Bill, reduce da un altro infortunio che si somma alla lunga serie di questi ultimi anni. Mondiale a rischio dunque per il centro dei Blues: questa volta a causa di un problema al polpaccio al termine di una sessione di allenamento. Una brutta notizia per i tuttineri di Hansen, che non può permettersi di perdere “il suo pupillo” a meno di una settimana dal primo match mondiale contro il Sudafrica. Quindi che fare?

L’ex commentatore Neozelandese Hamish McKay ha pubblicamente scatenato il pettegolezzo, dicendo che il ritiro di Williams è imminente.

“Mi fido assolutamente della mia fonte”, ha detto McKay
“È più che un infortunio giornaliero… è un logoramento quotidiano. Penso che sentiremo qualcosa di grosso”
L’ex conduttore sportivo di TV3 e redattore di
reckoned, afferma: “Quanto tempo ci vorrà prima che Ngani Lauampe sia sull’aereo?”

Per ora gli All Blacks hanno dichiarato che Williams resterà con il gruppo anche se infortunato, nulla di confermato invece per la convocazione di Nagani Laumape che momentaneamente sta mantenendo la forma con il Manawatu in Mitre Cup, per il quale ieri ha marcato due mete.

Noi non possiamo che augurare il meglio a entrambi, anche se sinceramente saremmo curiosi di vedere questo Laumape in Giappone. Classe 1993, 178 cm x 108 kg di potenza, un “minibus” pronto a farsi largo tra i big del rugby mondiale.

Anche se il rammarico più grande sarebbe avere una foto con Sonny Bill anno 2019 senza saperlo tra gli All Blacks di questo mondiale.

Fonte: New Zealand Herald


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *