Le cadute di Verona e I Medicei, la lotta nel Nord-Ovest


di Emy Forlani

È iniziato il girone di ritorno della Serie A ovale e non sono mancati i risultati di rilievo: la seconda parte del torneo è un sentiero lungo nove partite in cui le squadre si giocano la stagione!

Nel girone 1, l’Accademia ha battuto di misura ma con il bonus il solido VII Torinese, Biella ha rimontato e vinto con l’ASR Milano, in modo rocambolesco, una partita dallo score roboante (38-36!), Recco ha faticato ma vinto in uno Stadio Carlini di Genova spazzato da una tramontana gelida, il CUS Torino ha battuto largamente Alghero e, sorpresa di giornata, I Centurioni sono andati a Parabiago a conquistare la prima vittoria stagionale con un sorprendente 29-32.

Classifica: Accademia e Biella 39, Pro Recco 35, VII Torinese e CUS Torino* 34, ASR Milano 25, Parabiago 22, Alghero 10, CUS Genova* e I Centurioni 7.

I capitani liguri Gaggero e Imperiale prima del derby combattutissimo (anche se non di livello eccelso) tra le due formazioni. Vince Pro Recco sul Cus GE 19-13. Foto Galli.

Nel girone 2, dopo un filotto di 9 vittorie e 43 punti su 45, cade per la prima volta la corazzata Verona, battuta di misura sul campo della cadetta del Petrarca. La Tarvisium, implacabile contro Udine (48-0), riesce così a recuperare punti sugli scaligeri, sempre tallonata da Valsugana. Casale vince lo scontro diretto con Valpolicella e tira un po’ il fiato, anche se la lotta per evitare i play out è incerta più che mai.

Classifica: Verona 44, Tarvisium 37, Valsugana 35, Petrarca 29, Badia 24, Vicenza 21, Casale e Paese 14, Udine 12, Valpolicella 10.

La battaglia veneta tra la cadetta Petrarca e il portento Verona termina con la caduta della capolista 15-8. Foto Cusinato.

Nel girone 3, I Medicei vengono maltrattati dalla Capitolina (23-5) e lasciano la vetta della classifica, superati proprio dai romani e da Noceto, che si riporta in vetta battendo senza patemi Perugia: il regolamento impedirà in ogni caso ai toscani di accedere al girone promozione, quindi la lotta, serratissima, è tra Urchini e parmensi. Perde terreno Catania, di nuovo sconfitta. I Cavalieri, proprio contro i siculi, piazzano un’altra vittoria pesantissima e si allontanano così di un altro passo dalla zona rossa della classifica, che sembra restare un problema di Romagna, ancora a secco di vittorie, e Perugia, ora staccato di otto punti dai toscani. 

Classifica: Noceto 40, Capitolina 39, Medicei 38, Catania 30, Napoli Afragola 28, Pesaro 25, Civitavecchia 20, Cavalieri 17, Perugia 9, Romagna 4.

La Capitolina fa lo sgambetto e supera I Medicei 23-5, confermandosi in corsa per un posto in Top12. Foto Ruggiero.

Il campionato cadetto tornerà in campo domenica per disputare l’ultimo turno prima di iniziare le soste per il 6 Nazioni: seconda giornata di ritorno in vista!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *