Happy birthday Brian O’Driscoll! L’eroe irlandese che seppe ispirare una generazione.

Bryan O'Driscoll durante il suo ultimo incontro con la nazionale irlandese
In BOD we trust!

Oggi spegne le 40 candeline Brian O’Driscoll, il giocatore che tutti avremmo voluto essere.

Il più forte giocatore del decennio 2000 – 2010 secondo Rugby World, persino più forte di Carter o McCaw, un’icona sportiva che ha saputo essere di ispirazione per molti non solo per i suoi meriti sportivi.

Passaggi. Finte. Penetrazioni. Scontri duri. Magie sopraffine. Offloads. Placcaggi. Piede fatato. Intercetti. Drop. Qualsiasi cosa l’irlandese provasse gli riusciva. Un estro e un carisma inimitabili. Capace di catalizzare tutta l’attenzione su di sé per poi smarcare un compagno che puntava dritto alla meta. Ma anche capace di caricarsi tutta la squadra in spalla per guidarla nei momenti più difficili. Leinster, Irlanda, Barbarians o Lions che fossero.

Un fenomeno, dentro e fuori dal campo.

Volete qualche numero? Attuale detentore di record di mete nel 6 Nazioni. Secondo al mondo per match internazionali. 4 campionati celtici, 3 Heineken Cup, una Challenge. Due 6 Nazioni, di cui un Grande Slam e tre volte miglior giocatore. Capitano irlandese per nove anni e in un tour downunder dei Lions. Altre nomination e honours nazionali e continentali. Un ruolino da fuoriclasse. Un giocatore da copertina, per il suo coraggio e per la sua stessa presenza.

Ma anche un uomo capace di sorridere e abbracciare tutti, anche i più sfortunati. Un dottore del rugby che del rugby ha incarnato i valori migliori: la forza coesa del gruppo che risplende grazie al singolo e la grandezza morale di chi, pur essendo il più forte del mondo, sa di non esser nessuno e si abbassa al livello dei comuni mortali, ergendosi come paladino dello sport. Sport che è e rimane il più bello del mondo grazie a miti come lui. Grazie a lui.

Grazie a te. Grazie BOD.

In BOD we trust. Happy birthday Brian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *