L’ARTIGLIO DEL DRAGO FERISCE LE ZEBRE


Credit Dazn

Seconda giornata di Pro14 a Newport in Galles dove al Rodney Parade le Zebre affrontano i Dragons. Entrata in solitaria per Giulio Bisegni al suo centesimo cap in maglia multicolor.

Quattro mete a due, e i Dragons vendicano la sconfitta casalinga della passata stagione ripigliandosi tutto quello che è loro [semicit.] nonostante la pessima serata di Davies che dalla piazzola schiaffeggia i pali tre volte.

Troppi errori in casa parmense, i ragazzi di coach Bradley si complicano inutilmente la serata contro un avversario più che alla loro portata ma che ha dimostrato di essere più cinico e concreto nel saper aspettare e sfruttare le disattenzioni ducali. Oltre alla momentanea superiorità numerica dovuta al giallo di Mattia Bellini allo scadere del primo tempo.

Ottima prova dei due permit player Jacopo Trulla e Federico Mori, in meta anche stasera confermando così la sua attitudine a marcare prima nel campionato celtico che in quello italiano, e del centurione di serata Giulio Bisegni che festeggia i suoi cento caps con una meta personale intessuta da Antonio Rizzi il cui ingresso in campo ha ringalluzzito gli animi esattamente come la scorsa settimana a Parma. Magari la prossima volta facciamolo entrare prima del 70esimo minuto, tanto il buon Canna lo teniamo per la nazionale.

Chiudo con il mio personalissimo omaggio a Giulio Bisegni per la sua centesima partita in maglia zebrata. Fare sempre la stessa cosa con impegno, motivazione ed entusiasmo non è da tutti, sicché, parafrasando Vasco Rossi, bravo Giulio.

Il rugby è una voce del verbo dare. Ad ogni allenamento, ad ogni partita, ad ogni placcaggio, ad ogni sostegno, dai un po’ di te stesso. Prima o poi qualcosa ti tornerà indietro.” [Marco Pastonesi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *