TE LO DICO DA AMICA

Di seguito la risposta ricevuta.

Ho chiesto una risposta ed una risposta ho avuto e voglio condividerla nell’ottica della massima trasparenza possibile.
‘La trasparenza e la reputazione di FIR sono e restano centrali nella nostra comunicazione, così come sulle nostre piattaforme viene garantita la massima libertà di pensiero ed espressione agli utenti, senza alcuna forma di moderazione se non quella necessaria ad evitare l’adozione di linguaggi volgari o blasfemi.
Le tempistiche ed i fatti così come riportati sono totalmente distorti, a seguito di una verifica possiamo affermare che il testo a cui si fa riferimento è stato inviato in forma privata nel mese di febbraio, al di fuori del contesto ufficiale del raduno.’
Non c’è in atto alcuna censura da parte di FIR nei nostri confronti, quindi, né alcun tipo di azione nei confronti dei giocatori.
Evidentemente abbiamo, ho, capito male e per questo motivo spero nessuno ci soffra, nel qual caso mi dispiace e mi scuso.
Io mi scuso.
So che è difficile scindere me da Rugby Pirates ma è doveroso.
Detto questo, ringrazio la Federazione per essersi spesa nel chiarire la faccenda ed averlo fatto in modo schietto ed onesto e tempestivo.

Un marinaio non è definito da quanti mari ha solcato, ma da quante tempeste ha affrontato.” [Anonimo]

One thought on “TE LO DICO DA AMICA

  1. Le classiche modalità accentraristiche della FIR. I presidenti cambiano (?) Ma i quadri restano.
    Basta solo vedere come , per costruirsi una franchigia a loro immagine e somiglianza , abbiano affossato il progetto ” Aironi ” e con quali modalità ( al limite del ricattatorio , modello procuratore figlio di Moggi ) hanno impiantato il modello Zebre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *