80ESIMO MINUTO QUARTA GIORNATA DI TOP10

L’illusione dei tre match svanisce miseramente ed anche il quarto turno vede sei squadre su dieci ferme causa positività. Ci restano quindi solo, si fa per dire, due sfide, ma non due sfide qualunque, due derby, uno lombardo ed uno emiliano.

Allo Zaffanella il Viadana bissa il risultato di un anno fa vincendo in rimonta contro un Calvisano partito molto bene. Un piazzato ed una meta in 19 minuti per i ragazzi di coach Guidi sembrano il preludio ad un dominio dei bresciani. Ma i padroni di casa, secondo me ancora scottati dalla sconfitta della settimana scorsa, partono all’inseguimento con un Ceballos che suona la carica e segna 10 punti in dieci minuti. E si va a riposo sul 10 pari. La seconda frazione si apre con un uno due dei mantovani che il cecchino Ceballos trasforma ancora e siamo 24 – 10. Calvisano risponde col solito Vunisa che va a marcare al minuto 58 tornando sotto break (24 – 17), ma neanche dieci minuti dopo i padroni di casa decidono di andare in touche e non per i pali e, a differenza della nostra nazionale maschile, segnano con Ribaldi, doppietta e mom per lui e bonus per Viadana. Ultima marcatura è degli ospiti al 74esimo con De Santis.

Man of the match Gianpietro Ribaldi

Marcatori: p.t. 5’ cp. Hugo (0-3), 19’ m. Bronzini tr. Hugo (0-10), 29’ c.p. Ceballos (03-10), 38’ m. Ceballos tr. Ceballos (10-10),  s.t.  43’ m. Zaridze tr. Ceballos (17-10), 47’ m. Ribaldi tr. Ceballos (24-10), 58’ m. Vunisa tr. Hugo (24-17), 68’ m. Ribaldi tr. Ceballos (31-17), 74’ m.De Santis tr. Hugo (31-24)

Credit Tarpini

Secondo derby di giornata e mio derby del cuore quello di Colorno, dove i ragazzi di coach Prestera (dei miei ex Mannelli, Chiappini, Batista) ospitano i Lyons di Piacenza (dei miei ex Biffi, Cimicetti, Bottacci). Non so se tirare fuori gli ansiolitici, i fazzoletti o la crema Novi.

Partita molto tirata e combattuta fino alla fine. Alla coppia Cuminetti, Katz piacentina risponde Silva, Ceresini Colornese, non solo derby di piazzati tra Katz e Ceresini.

Sono i tuttineri ospiti a piazzare per primi con Katz al minuto 3, cui risponde Ceresini al quinto, seguono 25 minuti di attacchi e difese da entrambe le parti, con la mia ansia che sale e scende come un carrello sulle montagne russe. Io vorrei tanto essere distaccata ma non ci riesco, e nonostante mi ripeta come un mantra che comunque vada sarà un successo, vorrei che la partita finisse qui e tutti a casa felici e contenti. Invece al minuto 27 i Lyons si portano a ridosso della linea di meta, Katz apre per Biffi che gioca con Cuminetti (buona prova per lui oggi), che sfonda la difesa di casa e segna; Katz non trasforma e si resta 3 – 8. Dieci minuti dopo, sul finale del primo tempo, la mischia di Colorno guadagna calci di punizione e touche e si porta nei 22 avversari, Ceresini calcia una pala che Chibalie recupera e schiaccia oltre la linea rimettendo il punteggio in parità 8 – 8, Ceresina trasforma e la prima frazione termina coi in padroni di casa avanti 10 – 8.

La ripresa si apre sempre col duello dalla piazzola di Ceresini e Katz interrotto al minuto 56 Cuminetti che, evidentemente annoiato da questi due, intercetta un passaggio a centrocampo e si invola in meta (doppietta per lui) riportando i bianconeri in vantaggio, mentre io saluto le mie coronarie che hanno deciso di scioperare. Katz trasforma e si va 16 – 21.

La mischia biancorossa riprende il controllo del match e, complice anche l’indisciplina ospite (due cartellini gialli), fornisce un assolo di quattro mete consecutive, Alvarado, doppietta di Silva M. e Gesi. Tutte trasformate da Ceresini sanciscono un punteggio finale di 42 – 21 che non rende giustizia alla performance dei piacentini. E non ditemi che sono di parte perché oggi sono a centrocampo.

Man of the match Massimiliano Chiappini.

Marcatorip.t. 3’ cp. Katz (0-3); 5’ cp. Ceresini (3-3); 28’ m. Cuminetti (3-8); 40’ m. Chibalie tr. Ceresini (10-8) s.t. 44’ cp. Ceresini (13-8); 46’ cp. Katz (13-11); 48’ cp. Ceresini (16-11); 50’ cp. Katz (16-14); 56’ m. Cuminetti tr. Katz (16-21); 61’ m. Alvarado tr. Ceresini (23-21); 71’ m. Silva M. tr. Ceresini (30-21); 76’ m. Silva M. (35-21); 79’ m. Gesi tr. Ceresini (42-21)

Credit Colorno

L’ho già detto la scorsa settimana e lo confermo anche oggi, a me questo Top10 sta piacendo nonostante si giochino un terzo delle partite designate e nonostante tutta la complessità che questa dannata pandemia comporta, lo trovo più avvincente di tanti altri incontri più blasonati. Sarò forse che il nostro campionato è più onesto e ci mostra quella che è la dimensione italiana del rugby senza scimmiottare nessun altro modello straniero. Senza giocatori forzati in ruoli che li snaturano. Senza giochi di poltrone federali. Insomma sarò provinciale, di parte ed anche totalmente ignorante, ma a me questo rugby di periferia, dove i tram non vanno avanti più, dove l’aria è popolare ed è più facile sognare [scusa Eros] mi piace perché mi entusiasma e mi appassiona. Che alla fine è quello che uno sport dovrebbe fare, appassionare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *