Serie A: nessun padrone dei gironi… a parte il Verona, che fa davvero paura

di Emy Forlani

Copertina: le mischie nel derby toscano. Foto Cavalieri Union.

Si è giocata la giornata numero 4 della Serie A e il Verona, la retrocessa più imprevista della storia, è rimasta l’unica tra le trenta squadre ad essere ancora imbattuta.

Trasferta amara (27-15) per la Pro Recco a Settimo Torinese. Foto Prampi.

Nel girone 1 continua ad esserci equilibrio e neanche la stoccata dell’Accademia, che ha superato di misura il CUS Torino, ha cambiato molto una classifica sempre compatta, che ha visto anche il primo successo stagionale dell’ASR Milano.

Classifica: Accademia e Parabiago 15, Biella e CUS Torino 14, VII Torino 13, Pro Recco 9, ASR Milano e CUS Genova 6, Alghero 5, Centurioni 1.

Con gli “Azzurrini” che veleggiano in alto si pone già la questione playoff: li possono fare? Si presume di sì, visto che non ci sono comunicazioni del contrario. Ma se li faranno, ovvero se concluderanno la stagione regolare al primo posto, poi andrà come l’anno passato, quando hanno affrontato le semifinali con la rosa decimata a causa dell’annuale JWC, stendendo ai Lyons un tappeto rosso e facendo giustamente storcere il naso a chi era rimasto fuori? 

Questa squadra, che cosa deve essere? Se deve essere solo una palestra per la trentina di ragazzi che ne fanno parte, o la si toglie proprio dalla classifica oppure almeno si chiarisce che è comunque come se non ci fossero, no? Anche perché, a monte, la si vuole la Francescato in Top12?

Questione annosa che dura ormai da un decennio e che si fa ancora più importante ora che l’ennesima nuova formula ha ristretto al solo primo posto di ogni girone la possibilità di accedere al “gironcino” promozione.

Borsari Rugby Badia che relega 30-10 il Valpolicella in casa. Foto Boscolo.

Nel girone 2, come accennato, il tappeto rosso il Verona se lo sta stendendo da solo, visto che ha regolato fuori casa la Tarvisium, seconda in classifica, 33-7. In coda, è arrivata la prima vittoria per Casale (15-8 su Paese).

Classifica: Verona 20, Tarvisium 14, Badia 12, Valsugana 10, Vicenza e Petrarca 9, Valpolicella e Paese 8, Casale 5, Udine 4.

Nel derby di Toscana i pratesi vincono 23-10. Foto Cavalieri Union.

Nel girone 3 fanno rumore le prime cadute de I Medicei cadetti e Noceto, rispettivamente sui campi di Prato e Pesaro, ma le due compagini restano comunque in vetta alla pool.

Sempre più in difficoltà appare la neopromossa Romagna, ancora a zero vittorie e sconfitta in casa da Napoli Afragola, altra squadra fresca di Serie A ma ora terza in classifica.

Classifica: Noceto e I Medicei 15, Napoli Afragola 14, Capitolina 11, Catania, Civitavecchia e Pesaro 10, Cavalieri 8, Perugia 7, Romagna 1.


Domenica prossima, 24 novembre, sotto con il turno numero 5!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *