Serie A al primo giro di boa: il punto

di Emy Forlani


Eccoci a un nuovo appuntamento con la Serie A maschile che, dopo tre giornate, si è anche rimessa in pari con il recupero del derby ligure, giocato durante questo primo turno di riposo.

Ne approfitto per tornare anche a parlare dei tabellini, che tanto hanno fatto discutere dopo la prima giornata. Come ormai noto, sono stati ripristinati e, dunque, le squadre di casa sono tornate a doverli redigere e mandare alla FIR, che si occupa di raccoglierli e pubblicarli sul sito.

Qui già si aprono due questioni: la prima è che, come non tutti sanno, i tabellini sono a cura delle società ospitanti e non vengono redatti né dagli arbitri né dalla FIR in qualche non meglio precisato modo; la seconda è che, in questi giorni, mi è stato chiesto dove sono, questi benedetti tabellini, perché non vengono più pubblicati nel modo in cui avveniva prima.

Fino alla stagione passata, infatti, i tabellini venivano semplicemente copiati e incollati dalle e-mail ricevute dai vari campi ad un comunicato sul sito della Federazione, nel quale erano messi tutti di seguito. Ora, invece, sono trattati assai meglio, però bisogna sapere dove sono: nella sezione del sito FIR dove ci sono i risultati e le classifiche, se si guarda bene si vede che, accanto ad ogni partita, c’è disegnata una lente d’ingrandimento che, se cliccata, apre una piccola scheda dell’incontro con, appunto, il tabellino.

Fatto? (Cit.)

Pro Recco che azzanna il CUS Genova nel recupero di questa domenica. Foto Cavassa.

Ma torniamo alla Serie A giocata finora. 

Il recupero di Pro Recco-CUS Genova, vinto dagli Squali 43-27, ha completato il girone 1, finora “monco” di una partita. Qui, fino ad oggi, il miglior attacco ce l’ha l’Accademia (97 punti fatti), che ha anche il miglior saldo punti (+67), mentre la miglior difesa è del CUS Torino (26 punti subiti). Alghero, invece, ne ha subiti ben 103, mentre i Centurioni ne hanno segnati solo 37.

Classifica: CUS Torino 13, Accademia 11, Parabiago 10, Pro Recco, Settimo e Biella 9, Alghero 5, CUS Genova 4, Centurioni e ASR Milano 1.

Valsugana nella finora unica vittoria di stagione contro i Rangers Vicenza, 31-25 nella prima giornata. Foto Lazzarotto.

Nel girone 2, il Verona, retrocessa parecchio arrabbiata, è devastante rispetto alle avversarie: miglior attacco (102 punti), miglior difesa (solo 14 subiti) e saldo da urlo (+88). In difficoltà invece l’altra squadra che l’anno passato era in Top12, cioè Valsugana, che ha addirittura il saldo peggiore della poule (-56).

Classifica: Verona 15, Tarvisium 14, Petrarca 9, Valpolicella 8, Badia e Paese 7, Vicenza e Valsugana 5, Udine 4, Casale 1.

I Cavalieri Union di Prato, chiamati domenica prossima al derby toscano con I Medicei. Foto Marioni.

Nel girone 3, invece, il miglior attacco è de I Medicei (98) che, però, hanno anche una delle peggiori difese (79), mentre la più invalicabile è quella di Noceto (35 punti subiti), che ha anche il miglior saldo (+53). Il peggior attacco è dei Cavalieri (46), mentre la peggior difesa è della neopromossa Romagna (90 punti subiti).

Classifica: I Medicei 15, Noceto 14, Napoli Afragola 10, Catania 9, Capitolina 7, Civitavecchia e Perugia 6, Pesaro 5, Cavalieri 4, Romagna 1.


Si torna in campo domenica 17. Non vediamo l’ora!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *