Seria A: aspettative, colpi di scena e quei tabellini

di Emy Forlani

Domenica 20 ottobre è infine iniziato anche il campionato 2019/2020 di Serie A.
A dire il vero, per la mia Pro Recco Rugby non è, in realtà, ancora cominciato: l’atteso derby ligure con il CUS Genova è stato rinviato a causa di un’allerta meteo e della conseguente ordinanza comunale che ha imposto di tenere il campo chiuso. La partita verrà recuperata in una pausa del campionato, probabilmente già il 10 novembre.

Restando al girone 1 (i gironi di serie A sono tre, da dieci squadre ciascuno), nella prima giornata non sono mancati risultati un po’ a sorpresa, a testimonianza di una pool che appare da subito molto equilibrata: le vittime più inaspettate sono state l’Accademia (battuta 17-14 a Settimo Torinese) e l’ASR Milano (superato in casa 14-26 da un Biella che pare aver fatto una rivoluzione rispetto alla stagione passata). La neopromossa del girone, i Centurioni Lumezzane, ha pagato lo scotto della categoria, perdendo in casa 15-33 con Parabiago.

Classifica: Biella e CUS Torino 5, Parabiago e VII Torino 4, Accademia 1, ASR Milano, Alghero, Centurioni, Pro Recco* e CUS Genova* 0.

VII Torino supera l’Accademia nel risultato più inatteso del weekend. Foto Fallico.

Nel girone 2, identificato geograficamente con il nord-est, hanno vinto (ma non stravinto) entrambe le retrocesse dal Top12, cioè Valsugana e Verona. Qui la lotta per il primo posto, quest’anno unico piazzamento utile per poter sperare nei play off, implica già in partenza che solo una tra queste due squadre potrà accedervi per tentare un rapidissimo ritorno al piano di sopra.

Classifica: Tarvisium, Verona e Valsugana 5, Valpolicella e Paese 4, Badia, Vicenza e Casale 1, Petrarca e Udine 0.

Paese spinge e vince 24-21 sul Badia. Foto D’Alessandri.

Nel girone 3, invece, quello del “tutti gli altri + il centro-sud”, Civitavecchia, promossa in Serie A da poco più di una settimana in seguito alla dipartita de L’Aquila, è stata battuta nettamente da un’altra neopromossa (Napoli Afragola) per 41-19. Il big match tra la cadetta dei Medicei e la Capitolina si è concluso con un 35-33 a favore dei fiorentini, con un punteggio che racconta di una vera battaglia e di un grande spettacolo. Tutte le squadre vittoriose di questo girone hanno conquistato il bonus offensivo.

Classifica: Napoli Afragola, Pesaro, Noceto, Catania e Medicei 5, Capitolina e Perugia 1, Cavalieri, Romagna e Civitavecchia 0.

I Medicei Cadetta vincenti nella lotta con la Capitolina. Foto Bernini.

Dopo il breve resoconto di quanto successo nei tre gironi, vorrei evidenziare un altro cambiamento, rispetto alle stagioni passate, oltre alla formula del torneo: non è più richiesta la redazione dei tabellini degli incontri che, quindi, non compaiono più sul sito FIR a corredo di risultati e classifiche. 

Da addetta stampa che per più di un decennio si è occupata dei tabellini della Pro Recco, so che è un’incombenza in meno e non da poco, perchè farli bene richiede attenzione e porta via tempo ma, da appassionata di rugby, di ovale italiano e di Serie A non posso che rammaricarmi per un ulteriore impoverimento nell’attenzione e nella cura dedicate al secondo campionato nazionale.


3 thoughts on “Seria A: aspettative, colpi di scena e quei tabellini

  1. Esatto Emy. Era fastidioso occuparsene nel dopo partita, ma ormai avevo imparato a farlo ed , in ogni caso ,era ed è un irrinunciabile punto di riferimento per tutti noi. Formazioni, statistiche,resoconti , aprivano una finestra su un mondo ora sempre più nascosto.
    Che avranno da fare di più importante a Roma ?
    Soliti misteri

    1. La nostra piratessa Emy ci aggiornava oggi dicendo che la Federazione ha chiesto l’invio dei tabellini entro il lunedì mattina alle società, partendo anche da riflessioni come quella del nostro articolo. Siamo contenti di aver favorito dialogo e riflessioni che speriamo apportino miglioramenti al nostro movimento. Giusto per correttezza e completezza di informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *