Uruguay nella storia, Fiji sconfitte [HIGHLIGHTS]

Il 25 settembre 2019 è appena diventata la data più importante della storia del rugby uruguaiano. La simpatica e ganzissima selezione dei Teros, stupendamente giunta alla sua seconda partecipazione consecutiva alla RWC, oggi ha realizzato un sogno. Le Fiji erano chiamate a convincere il proprio pubblico di poter aspirare al terzo posto della pool D, dopo la prestazione gagliarda ma infruttuosa di sabato contro l’Australia. E invece, in una girandola tremenda di offload mancati e calci semplicissimi gravemente sbagliati (Matavesi vince le orecchie da asino per la sua drammatica prestazione al piede), i Fliyng Fijians raccolgono il doppio bonus offensivo e difensivo, ma rimangono sotto l’Uruguay, capace di mettere in campo dinamismo, grinta, semplicità e cinismo. Una storia stupenda, che li fa balzare a 4 punti, sotto le due big Australia e Galles. Fiji a 2 punti in classifica ma con due match giocati. Per gli isolani quella che doveva essere la Coppa del Mondo capace di lanciarli tra le vette del rugby mondiale rischia di tramutarsi nel più nero degli incubi.

Domenica 29 Teros in campo per cercare conferme e nuove glorie contro la Georgia. Fiji che riposano fino a giovedì 3 ottobre, quando saranno chiamate anche loro a sfidare i Lelos.

Domani Italia in campo contro il Canada alle 9.45. Altri 5 punti sono d’obbligo per i ragazzi di O’Shea. A seguire si rinnova il Boston Tea Party nella sfida tra Inghilterra e USA.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *