Benetton sconfitta al fotofinish, Glasgow troppo forte per le Zebre

di Giulia Mastromartino e il Prof

Troppo Glasgow al Lanfranchi di Parma, gli Scozzesi salgono in cattedra e mantengono il timone della partita (75% del possesso e 79% del territorio). Autori di tre mete nel primo tempo, doppietta di Horne e Hastings, i Warriors sono anche fallosi ma la franchigia parmense non ne approfitta chiudendo la prima frazione 0 – 19.

La ripresa vede sempre gli ospiti in attacco e al minuto 46 trovano il punto di bonus con la meta di Tagive, Hastings non trasforma per un parziale di 0 – 24. Al 53′ una girandola di cambi rivoluziona la rosa dei padroni di casa che si animano ed accennano una reazione, vanificata dal rosso di Meyer per un’entrata di spalla in ruck. Nonostante l’inferiorità numerica, però, le Zebre trovano la loro prima ed unica meta di giornata con Pierre Bruno che Canna trasforma spostando il tabellino sul 7 – 24. Continua l’assalto multicolor ma gli ospiti contrappongono un’ottima difesa e strappano due penalità non riuscendo però ad arrivare in meta. Indisciplina punita anche per i Warriors che al minuto 70 pareggiano le presenze in campo per un giallo a George Turner. Beffa finale per il XV di casa che su un doppio errore prima di Bruno con un in-avanti e poi di Elliott facilitano la quinta marcatura agli Scozzesi con Frisby e chiudono definitivamente il match sul 31 a 7.

La meta di Pierre Bruno. Foto Delfrate.

Benetton Treviso che è chiamata a confermarsi in terra gallese, ospite dei sempre tenaci Scarlets. Partita condizionata da una pioggia battente e incessante, che rende difficilissime le prese al volo (il nostro Hayward ne può dare testimonianza) e che rende le fasi statiche tutt’altro che semplici da gestire. Gallesi ossi duri che però vengono domati dalla squadra trevigiana, capace di terminare il primo parziale avanti per 14-10, frutto di una meta ben orchestrata che porta Esposito a schiacciare all’ala, dopo un ottimo lavoro degli avanti e una celere trasmissione dell’ovale all’esterno.

Nella ripresa però il possesso e la carica è tutta degli Scarlets. Circa il 90% di possesso palla e una supremazia territoriale quasi totale confinano i Leoni a giocare 40′ tutti in difesa. I falli e l’indisciplina, uniti alla stanchezza e alla pioggia, condizionano il match dei ragazzi di Crowley, obbligati a subire prima una meta da pick&go del pilone Evans (due segnature pesanti per lui) e poi, sullo scadere, a vedersi superati da un calcio di punizione, proprio quando sembravano aver riacciuffato il pareggio grazie a un penalty di Allan. Finisce 20-17. Biancoverdi che raggiungono il bonus difensivo, salendo a 12 punti nella propria conference: quinta forza ma a 7 punti di distanza da Edinburgh e Connacht.

Sabato prossimo per la Champions Cup sarà di nuovo Leinster-Benetton, come nella prima di Pro14. Foto D’Alessandri.

Per vedere tutti gli altri risultati della giornata di Pro14 cliccate qui. Per vedere le classifiche invece cliccate qui.

Settimana prossima c’è lo stop del campionato celtico. Si giocheranno infatti le prime partite dell’anno di Champions e Challenge Cup. Benetton Treviso inserita nel girone 1 della Champions Cup con le tre attuali capoliste dei tornei europei: Lyon, Leinster e Northampton Saints. Prima sfida tutt’altro che facile a Dublino sabato pomeriggio alle 16.15 italiane.

Zebre invece nel quarto girone di Challenge Cup insieme ai Bristol Bears e alle francesi Brive e Stade Français. Primo appuntamento in terra inglese sabato alle 16 italiane.

Appuntamento internazionale anche per Calvisano in Challenge Cup. I lombardi sono inseriti nel quinto girone con delle avversarie veramente durissime: Pau, Cardiff Blues e Leicester Tigers. Gallesi ospiti alle 14.30 di sabato al PataStadium per il primo incontro dei gialloneri in questa stagione europea.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *