80ESIMO MINUTO TOP10 OTTAVA GIORNATA

Due vittorie casalinghe ed una esterna segnano l’ottavo turno, primo di questo 2021, segnato dall’ennesimo rinvio di due sfide: Calvisano – Petrarca e Lazio – Viadana.

Unica vittoria esterna al Quaggia in casa Mogliano dove le Fiamme Oro interrompono la loro serie negativa dopo tre sconfitte consecutive al termine di 80 minuti combattuti. Partono bene i cremisi andando avanti due volte (meta di Spinelli al minuto 5 con trasformazione di Di Marco e sempre lui al minuto 33 con calcio piazzato) ma per altrettante volte sono raggiunti dai padroni di casa (meta di Derbyshire al minuto 28 con trasformazione di Ormson, che piazza anche al minuto 35). Sempre i ragazzi di Costanzo aprono bene la ripresa andando in meta con Dal Zillo che Ormson trasforma puntualmente; ma è proprio nel momento migliore dei veneti che i poliziotti ovali segnano la meta decisiva grazie ad un Alessio Guardiano versione Sheryl Crow, ‘Run baby run’, che al minuto 70 intercetta una palla nella propria metà campo e va a schiacciare tra i pali dopo una corsa in solitaria. Sigillo finale di Fusco al minuto 80 per un definitivo 17 – 23.

MOM Filippo Di Marco.

Marcatori: pt. 5′ m. Spinelli tr. Di Marco (0-7), 28′ m. Derbyshire tr. Ormson (7-7), 33′ c.p Di Marco (7-10), 35′ c.p Ormson (10-10) st. 43′ m. Dal Zillio tr. Ormson (17-10) 58′ cp. Di Marco (17-13) 70′ m. Guardiano tr. Di Marco (17-20) 80′ cp Fusco (17-23)

Credit Diana D’Alessandri

Il Valorugby si aggiudica il derby emiliano contro gli indomiti e sorprendenti Lyons. Vaega apre le marcature dei Diavoli su offload del solito ottimo Luus (sospetta frattura delle costole per una mischia troppo veemente. Non facciamo scherzi Lu’ per favore), Farolini cecchino in piazzola trasforma prima e piazza dopo. Rispondono gli ospiti con l’accoppiata BrunoKatz, meta e trasformazione e poi piazzato. Ma i rossoneri non sono primi a caso e lo ribadiscono per ben due volte al minuto 34 con capitan Mordacci ed al minuto 48 con una gran meta di Conforti. Ci fosse stata la meta del bonus sarebbe stata la partita perfetta, ma la perfezione annoia e, soprattutto, dall’altra parte c’erano i Lyons che pur non avendo guadagnato punti, hanno dato l’ennesima conferma di quanto finora dimostrato restando comunque lontani dalle zone calde di classifica.

MOM Mirko Amenta. Uno che quando carica lo noti.

Marcatori: p.t.  5’ m. Vaega tr. Farolini (7-0), 17’ c.p. Farolini (10-0), 21’ c.p. Kats (10-3), 27’ m. Bruno tr. Kats (10-10), 34’ m. Mordacci tr. Farolini (17-10); s.t. 42’ c.p. Farolini (20-10), 48’ m. Conforti tr. Farolini (27-10)

Credit Valorugby

E veniamo così all’altra vittoria casalinga di oggi, quella al Battaglini dove Rovigo ha avuto la meglio sul Colorno, tornando così in vetta alla classifica insieme proprio al Valorugby, ma soprattutto interrompendo la serie negativa che li vedeva sconfitti da tre turni.

Dodici le mete in totale negli 80 minuti giocati, praticamente tutte quelle che non sono state segnate negli altri campi le hanno siglate le due squadre qui. Otto di queste sono di marca rossoblù. I primi venti minuti vedono i padroni di casa andare a segno tre volte, sembra il preludio di una disfatta biancorossa. E invece no, i ragazzi di coach Prestera al minuto 24 segnano con Buondonno, Ceresini trasforma. Rispondono i Bersaglieri con la meta tecnica che vale loro il bonus al minuto 33, ma gli emiliani non si danno per vinti ed al 35esimo Smith jr segna la sua prima marcatura italiana. Ci si ferma un attimo? Macché i ragazzi sanno che mi potrei congelare le dita, sicché Citton al minuto 38 pensa bene di mettere il quinto sigillo rodigino andando oltre la linea. Fine primo tempo 35 – 14. Non ho le mani congelate, ma quasi, in compenso ho consumato metà taccuino degli appunti. Abbiate pazienza ma a Rovigo si rassega (che in italiano significa congelare) oggi e le mie inquiline mentali quando patiscono freddo polemizzano. Chiusa parentesi follia.

Secondo tempo. Pronti partenza via e Rovigo torna in meta con Nicotera, sarà il preludio di una debacle colornese? No davvero. Sarto e compagni, nonostante l’oggettiva disparità ed il conseguente gap sul tabellino non mollano, infatti tornano in meta anche loro, al minuto 48, con Boccardo. Ho perso il conto, quanto stiamo? 47 – 19. Grazie.

Ma i rossoblù sono in giornata di grazia e affondano il pallone sull’erba della meta altre due volte. Ma al 78esimo arriva sempre lui, il gioiellino di casa HBS, un altro labronico stellare, classe 2001, Simone Gesi – applauso prego – che fa guadagnare ai suoi il bonus.

Che dire tante mete e 80 minuti dinamici. Bene, ma non benissimo Rovigo che sabato prossimo dovrà affrontare le Fiamme Oro (riusciranno i bersaglieri a recuperare Antl? Ragazzi io ve lo dico lui in tribuna fa più chilometri che in campo e anche come ball boy non sta mai fermo), però ha fatto quello che doveva e cioè vincere e coach Casellato può tornare in bici domattina, con questo freddo, non lo invidio per niente.

Match durissimo per Colorno che ha dovuto affrontare una doppia sfida: una squadra agguerrita ed una rosa più che rimaneggiata, ma che nonostante tutto torna casa con un punto. Quindi complimenti anche a loro. È così difficile capire perché questo Top10 mi piaccia così tanto?

MOM Paolo Uncini.

Marcatori: p.t. 13’ m. Uncini tr. Menniti-Ippolito (7-0), 19’ m. Nicotera tr Menniti-Ippolito (14-0), 20’ m. Moscardi tr. Menniti-Ippolito (21-0), 24’ m. Buondonno tr. Ceresini (21-7), 33’ meta tecnica FEMI-CZ Rovigo (28-7), 35’ m. Smith tr. Ceresini (28-14), 38’ m. Citton tr. Menniti-Ippolito (35-14); s.t. 42’ m. Nicotera tr. Menniti-Ippolito (42-14), 48’ m. Boccardo (42-19), 53’ m. Cadorini (47-19), 74’ m. Cozzi tr. Menniti-Ippolito (54-19), 78’ m. Gesi (54-24).

Credit Rovigo

Classifica: Valorugby Emilia**, Femi-CZ Rovigo* 22; Argos Petrarca Padova**** 17; Kawasaki Robot Calvisano** 15; Mogliano Rugby 1969** 14; Sitav Rugby Lyons 12; Rugby Viadana 1970** 11; Fiamme Oro Rugby*** 9; HBS Colorno** 7; Lazio Rugby 1927**** 0
*partite in meno

HBS Colorno quattro punti di penalizzazione

Prossimo turno 16.01.2021

Petrarca – Valorugby;

Fiamme Oro – Rovigo;

Lyons – Calvisano;

Colorno – Lazio;

Viadana – Mogliano.

“Il talento ti fa vincere una partita. L’intelligenza ed il lavoro di squadra ti fanno vincere un campionato [Michael Jordan]


2 thoughts on “80ESIMO MINUTO TOP10 OTTAVA GIORNATA

  1. Farei una menzione speciale al Colorno perché segnare 4 mete al Battaglini vuol dire essere una grande squadra.

    1. Scusa Franco se ti rispondo solo adesso. Ma sì gli va assolutamente fatta una menzione speciale. Vediamo come si comporteranno sabato contro il Valorugby

Rispondi a Franco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *